image

Conoscere per decidere: chi siamo

Omnia disce. Videbis postea nihil esse superfluum.

Abbiamo fatto nostra la citazione di Ugo di San Vittore: impara ogni cosa, vedrai che in seguito nulla sarà superfluo. La conoscenza è il nostro mestiere, applicata pragmaticamente ai processi decisionali.

Conoscere per decidere è l’essenza stessa dell’Intelligence.

Abbiamo scelto delle parole chiave che possano rappresentare al meglio “noi” come progetto, ma soprattutto come persone appassionate di ciò che fanno.

 

Consapevolezza: la conoscenza fine a se stessa, o nozionismo che dir si voglia, non è sufficiente. La conoscenza applicata diventa invece consapevolezza dei contesti e delle situazioni, è capacità di comprendere la complessità, il reale, il cambiamento.

 

Esperienza: siamo dei veterani degli scenari in cui andiamo a operare. Anche quando ci troviamo di fronte a nuovi ambiti, nuove sfide, ci affidiamo alle nostre esperienze pregresse e a quelle dei nostri partner, per non essere mai impreparati. Il nostro scopo è prevedere ogni possibile sviluppo, minaccia, rischio.

 

Eccellenza: scegliamo solo i migliori. I nostri analisti e i nostri partner passano attraverso un lungo processo di selezione in cui vengono appurate motivazione, capacità di apprendere e rinnovarsi, volontà di essere il meglio, tenuta etica, passione. Vogliamo dare al committente l’eccellenza, pretendiamo dal committente l’eccellenza. Questa, si sa, non è per tutti.

 

Futuro: chiediamo ai nostri analisti di essere predittivi e, attraverso la creatività che tradizionalmente contraddistingue il nostro essere italiani, fornire al committente una chiara visione dei possibili sviluppi futuri. Crediamo nel futuro, nei giovani, nel nostro Paese e nell’Europa.

 

Siamo certi che i comportamenti umani siano alla base delle mutazioni del mondo, per questo abbiamo scelto tra i nostri simboli il Gatto del Cheshire, meglio conosciuto come lo Stregatto di Alice nel paese delle meraviglie.

 

In un mondo contemporaneo fatto di numeri, informatica, economia, dove ogni processo viene ingegnerizzato, noi usciamo fuori dagli schemi. I numeri e le statistiche sono le convenzioni sociali superficiali insegnate ad Alice, incapaci di adattarsi ai mutamenti del paese delle meraviglie. Mentre, lo Stregatto è lo stimolo che porta conoscenza, consapevolezza e capacità di adattarsi per comprendere la realtà.

 

Dietro ogni numero, ogni risorsa, ogni tecnologia, esiste inevitabilmente un individuo, un gruppo sociale, una psiche e una cultura: sono i motori del nostro mondo e sull’analisi di questi si fondano le nostre analisi.

Nel paese delle meraviglie, Intellego non è semplicemente la vostra guida, ma lo stimolo a eccellere.

 

 

Micio del Cheshire, vorrebbe dirmi, per favore, che strada bisognerebbe prendessi da qui?
Ciò dipende, e non poco, da dove vuoi arrivare
Non m’interessa molto dove…
Allora non importa quale strada intraprendere.
…purché arrivi in qualche posto.
Oh, in quanto a questo, stai sicura, basta che tu faccia abbastanza strada.
Che gente vive da queste parti?
In quella direzione vive un Cappellaio; e in quella direzione, vive una Lepre Marzola. Va’ pure a far visita a chi preferisci: son matti tutt’e due
Ma io non voglio andare tra i matti!
Oh, ma non ne puoi fare a meno, qui siamo tutti matti. Io sono matto. Tu sei matta.
Come fa a sapere che sono matta?
Tanto per cominciare, un cane non è un gatto. Dunque: un cane brontola quando è arrabbiato e dimena la coda quando è soddisfatto, come sai. Ora, io brontolo quando sono soddisfatto e dimeno la coda quando sono arrabbiato, pertanto sono matto.